Benvenuti nel blog di Gioacchino Ku Allasia

In uscita il mio nuovo libro sulla Resilienza. Vedi pagina dedicata. Prefazione di Don Luigi Verdi fondatore della fraternità di Romena (Ar). Immagini di Exit/Enter.

In tutte le principali librerie e ordinabile su Amazon Macrolibrarsi e altri siti on line

 

Info su Gioacchino

Gioachino Allasia: si interessa di discipline energetiche dal 1979. Diplomato presso il Kushi Institute di Boston nel '84 ha tenuto corsi introduttivi e professionali di shiatsu, macrobiotica e filosofie orientali in tutta Italia e all'estero. Ha terminato il programma di formazione in Lavoro Cranio-Sacrale presso il Milne Institute di S.Francisco. Traduttore di vari libri sullo shiatsu ha scritto "Self-Shiatsu" e "Contro tutti i pronostici" Editi da Macro Edizioni. Dal 1994 dirige la scuola Shiatsu-Ki di Firenze e il corso di formazione in Bilanciamento Cranio Sacrale presso l'associazione I Cristalli di Firenze. Ideatore ed ispiratore della legge regionale toscana che per prima ha riconosciuto l'esistenza a livello istituzinale dello shiatsu, dal 2006 fa parte del Consiglio di Amministrazione dell'Agenzia Regionale di Sanità in rappresentanza del Gruppo Verdi per l'Unione (Regione Toscana).
Questa voce è stata pubblicata in News. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Benvenuti nel blog di Gioacchino Ku Allasia

  1. michele re scrive:

    Salve,
    ho visto l’annuncio del suo nuovo libro sul Kintsugi. Ho visto che fra le ferite emozionali analizzate nel libro non c’è quella relativa alle ferite “fisiche” (mi riferisco ad esempio ai postumi di un grande intervento chirurgico, che io ad esempio ho subito, piuttosto che ai postumi di una grave malattia). Mi chiedo se secondo lei l’analisi di queste altre problematiche esuli dal tema del libro.
    La ringrazio anticipatamente,
    Michele Re

  2. Gioacchino scrive:

    Gentile Michele,
    nel libro vi è una parte che tratta i problemi fisici: incidenti seri con postumi lunghi di varia natura che hanno colpito diversi personaggi importanti e che attraverso il loro disagio hanno trovato la loro dimensione. Mi sono permesso di inserirli nel capitolo della ferita legata al tradimento in questo caso inteso come “tradimento del corpo”.
    Spero che la mia spiegazione le sia stata utile.
    Grazie molte per il commento.
    Cari saluti
    Gioacchino

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>