Il mio viaggio

In terza elementare..

In terza elementare..

Ognuno di noi può a ragione parlare del proprio viaggio fatto, o ancora da fare qui su questo piccolo puntino sperduto nell’infinto chiamato dai nostri simili: pianeta terra. Il mio viaggio ha visto la luce nascendo in casa, sopra il forno di mio padre, che con mia madre, ha gestito per tanti anni, in un piccolo paese della provincia di Cuneo, situato ai piedi del Monviso. Vedere mio padre che, con grande maestria, impastava a mano le rosette mi rimase impresso per tutta la vita, e ancor oggi quando eseguo sessioni di shiatsu spesso rivedo quell’immagine collegata alla mia prima infanzia.

a 5 anni sboccia la passione per la musica
a 5 anni sboccia la passione per la musica

Cresciuto poi in una casa di campagna circondato dall’amore dei nonni e da tanti animali, passando per difficili anni di integrazione tra collegio (dove però ho iniziato a suonare, passione che mi accompagna ancora oggi), scuola e contestazioni varie mi sono ritrovato a 18 anni a lavorare in fabbrica come elettromeccanico. Fin qui nulla di particolarmente diverso dal viaggio dei più, se non che io, che venivo da un infanzia con problemi di salute e vivendo in spazi aperti e respirando aria buona, non anelavo certo a stare chiuso in un ambiente così buio e intriso di odori irrespirabili. La fabbrica dove sono stato per sette anni era la Fiat Mirafiori di Torino,  un luogo che ho definito con altri compagni di lavoro di quegli anni: un cerchio dantesco di espiazione. Verso la fine degli anni settanta in quella fabbrica lavoravano circa 65.000 persone, una vera e propria città nella città con le sue contraddizioni e i suoi paradossi. Erano gli anni di piombo, pesanti e per tanti versi opprimenti, dove a 20 anni ero già delegato sindacale teso a difendere, con speranzoso spirito giovanile, i diritti della classe operaia che si pensava allora avere una certa e tanto decantata coscienza. In realtà, col tempo, mi dovetti ricredere su questo, mentre si faceva strada dentro di me sempre più un grosso disagio psico-fisico. Mi ritrovai infatti pochi anni più tardi a sentirmi legato e appesantito, pur essendo ancora molto giovane, e non vedere un gran che nel mio futuro. Fu li che si presentò la svolta fondamentale della mia vita. Tra le frasi più belle scritte dal grande Fabrizio De André ve una che mi ha sempre emozionato: “Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori..”. Incontrai così la Macrobiotica, nel 1979, tra i banchi  della fabbrica, grazie ad un amico toscano compagno di lavoro. Mangiare sano, cereali, verdure, legumi e alghe per un po’ di tempo cambiò notevolmente in positivo il mio modo di pensare ed il mio stile di vita, e nel giro di pochi mesi i sintomi di disagio che mi portavo appresso precedentemente scomparvero completamente. Oltre ciò mi si aprirono le porte allo studio delle filosofie orientali e, in generale, alla ricerca di verità fuori e dentro di me. Sono infinitamente grato alla macrobiotica per avermi permesso di recuperare la salute psico-fisica, e di aver innescato un processo di consapevolezza che dura ancora tutt’oggi. Lasciata la fabbrica, nel 1982, ho vissuto per diversi mesi in una piccola comune agricola biodinamica situata nell’alta Langa, non lontano da Alba (Cn). Lavorare duro a stretto contatto con la terra, respirare aria fine, in quel lasso di tempo, mi permise di purificarmi e recuperare energie  preziose. Dopo aver svolto varie attività inerenti il mondo dell’alimentazione naturale (negozio e ristorante) mi trasferii negli Stati Uniti, precisamente a Boston, dove sono rimasto per circa un anno e mezzo e dove ho studiato con diversi Maestri. Tra questi Michio Kushi, il grande leader della macrobiotica mondiale, che da anni dirigeva un istituto che portava il suo nome, dove ho studiato intensamente, con tanti bravissimi insegnanti, materie inerenti la Medicina Cinese, lo shiatsu e tante altre interessanti materie. Durante il mio soggiorno a Boston, che mi sono pagato tutto facendo lavoretti vari, ho conosciuto persone di tutte le età provenienti da ogni angolo del globo.  Altri grandi Maestri mi hanno aiutato nella mia formazione: Bo-In-Lee, grande Maestro di yoga, arti marziali e in generale Maestro di vita; il Rev. Jomyo Tanaka, monaco Buddhista Shingon che mi ha introdotto al Dharma che seguo ancora tutt’oggi; e tanti altri. Questa esperienza ha segnato fortemente  il mio percorso di vita, tornato in Italia nel 1984 mi sono trasferito a Firenze dove ho lavorato per sei anni presso il Centro Est/Ovest. Qui ho iniziato il mio percorso di operatore shiatsu, diventando in seguito insegnante.

Il centro, diretto da Ferro Ledvinka, è stato un grande punto di riferimento per molte persone che lo hanno frequentato e che provenivano da ogni parte del mondo. Ciò ha contribuito a proseguire il percorso che avevo iniziato l’anno precedente a Boston. Nella seconda metà degli anni ’80 ho tenuto seminari e corsi di shiatsu nelle principali città italiane, diventando docente presso il Kushi Insitute d’Italia a Firenze dove insieme ai compianti Ferro Ledvinka e Alessandro Costantini misi in piedi una tra le prime scuole di formazione in shiatsu d’Italia.

Trattamento shiatsu
Trattamento shiatsu

Dopo essermi sposato e avuto una figlia mi sono trasferito sulla costa tirrenica e dai primi anni ’90 ho iniziato a proporre corsi e seminari di formazione per conto mio fino a che nel ’94 ho incontrato Gloria Corsi con la quale ho fondato la scuola “Shiatsu-Ki” che ho diretto per circa 14 anni. La scuola Shiatsu-Ki con sede a Firenze ha poi aperto succursali a Prato, Cecina, Roma e Palermo; i corsi triennali hanno visto diplomarsi centinaia di allievi provenienti da tutta Italia; la scuola ha inoltre ospitato molti tra i più grandi Maestri shiatsu a livello nazionale e internazionale. Penso a Franco Bottalo,  Rex Lassalle, David Sanchez e tanti altri. Con Rex Lassalle, che conosco dal 1989, ho incontrato per la prima volta il lavoro craniale essendo lui riconosciuto osteopata e chiropratico. Da allora mi sono appassionato molto a questo genere di disciplina e dal ’92 ho iniziato a studiare Craniosacrale con Hugh Milne, grande Maestro scozzese vivente negli U.S.A., osteopata da ben tre generazioni. Negli anni novanta ho gestito, assieme a mia moglie Lucetta, un centro residenziale nella campagna toscana a pochi km dal mare a Monescudaio (Pi) dove ho organizzato vari attività: dalle vacanze shiatsu, yoga e altre discipline simili, a ritiri di meditazione tenuti da vari Maestri. Il 2000 è stato un anno molto difficile per me dovendo fronteggiare la separazione da mia moglie e soprattutto da mia figlia Gloria.

Mia figlia Gloria fonte infinita di gioia e orgoglio

Diplomati Shiatsu-Ki '06
Diplomati Shiatsu-Ki ’06

Dopo anni di condivisione ed esperienze intense vissute in un ambito famigliare mi sono ritrovato a ricominciare da zero, a rimettermi in gioco, a dover contare solo su me stesso e sulle mie forze. Devo ringraziare molto le persone che mi sono state accanto ed il mio lavoro che mi hanno permesso di superare ostacoli e insidie varie. Ho compreso nel tempo che è molto importante avere sempre grandi sogni da realizzare, ma è altrettanto importante capire che i sogni nella vita cambiano e non sono, come del resto tutto quanto, mai uguali. Inoltre, alla luce di importanti ricerche sull’inconscio e sul mio albero famigliare, ho scoperto e toccato con mano che nulla avviene a caso, tutto ha un senso ed è legato alle nostre radici, da dove veniamo e dove siamo diretti.

Nel 2003, dopo aver visto morire mio padre per un caso di mala sanità, mi sono riavvicinato  alla politica che avevo abbandonato tanti anni prima con l’intento di lasciare una traccia per aiutare il prossimo a migliorare la propria salute e il proprio benessere con modalità non violente che rispettino la natura psico-fisica dell’individuo. All’inizio ero titubante, temevo le solite dinamiche del politico di turno, ma ero determinato e volevo a tutti costi fare qualcosa, in modo che il  mondo in cui operavo già da tanti anni potesse essere riconosciuto alla luce del sole e non più sostare nell’ombra. Inoltre mi sono ripromesso di aiutare la gente a non dovere sperimentare quello che era successo mio padre negli ultimi giorni di vita. C’era poi un altro importante legame famigliare con la politica,  papà era stato un attivista militante, vice sindaco e assessore nel paese dove sono nato. Ciò unito al fatto che il mio interlocutore, che è poi diventato un grande amico, Fabio Roggiolani, è nato lo stesso giorno in cui è mancato mio padre mi ha spinto a credere in questo percorso. Da sempre ho creduto nei segni che il destino ci offre nel corso del nostro cammino. Sta a noi saperli cogliere. E così in pochi anni mi sono ritrovato protagonista in convegni, dibattiti, attività varie a sostegno del mondo in cui operavo da tanti anni  in prima persona. Nel 2005 la Regione Toscana, grazie al lavoro portato avanti insieme al consigliere verde e attuale presidente della commissione regionale della sanità, già citato, Fabio Roggiolani, ha approvato la prima legge che regolamenta le cosiddette Discipline Bio-Naturali tra le quali lo shiatsu e il craniosacrale. Dal 2007 al 2012 sono stato nominato nel consiglio di amministrazione dell’Agenzia Regionale di Sanità. L’agenzia si occupa di ricerca scientifica e anche in questo caso non ho fatto mancare il mio contributo affinché le nostre pratiche venissero prese in considerazione attraverso promozione di convegni e ricerche atte a dimostrarne la loro efficacia in favore della salute. Intanto, dopo anni di studi e applicazioni di questa meravigliosa arte nel ’99 ho iniziato a dirigere un corso di formazione in Craniosacrale presso il centro I Cristalli di Firenze che ho portato avanti per 10 anni. Nel frattempo ho tenuto altri corsi formativi a  Prato, Palermo e Roma approfondendo sempre più gli aspetti Biodinamici del Craniosacrale secondo i canoni dettati dal suo fondatore Franklin Sills. Dal 2014 dirigo la formazione professionale c/o il prestigioso ILTK di Pomaia (Pi) visitato e benedetto regolarmente da S.S. Il Dalai Lama.

Con l'amica Angela Terzani
Con l’amica Angela Terzani

Nel gennaio 2009 ho conosciuto una persona che col suo straordinario lavoro mi ha letteralmente cambiato la vita: Antonio Bertoli, poeta, artista, scrittore e grande esperto di Pisco-Bio-Genalogia, studioso di Nuova Medicina del Dott. Hamer col quale ha studiato per anni e grande amico e collaboratore del mitico Alejandro Jodorowsky,  il grandissimo regista e ideatore della Pisco-Magia. Sono grato ad Antonio che col suo straordinario lavoro sul mio albero famigliare  mi ha fatto fare un passo fondamentale nel  percorso di consapevolezza. Un lavoro che davvero TUTTI dovrebbero fare e che noi, qui in Italia, abbiamo la fortuna di poterlo realizzare col mio caro amico Antonio Bertoli che ha lasciato il suo corpo nel 2015.

Con Alejandro Jodorowsky e Antonio Bertoli
Con Alejandro Jodorowsky e Antonio Bertoli

 Ci sono tante altre cose che ho fatto durante il mio viaggio e che non ho riportato in queste righe, ma le trovate nei miei due libri “LA FORZA DELLE MIE MANI” e “CASCINA NOVECENTO” (vedi pagina dedicata) nel quale racconto la mia storia, con umiltà e con la massima sincerità, cercando di lasciare una piccola ma tangibile traccia nel cuore delle persone che avranno il coraggio di leggerli. Intanto auguro a chiunque visiti questo sito un buon viaggio, ricco di fantasia, colori, gioia e tanta luce.

Gioacchino

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>