CASCINA NOVECENTO

In tutte le principali librerie d'Italia. Oppure si può ordinare direttamente a www.infinitoedizioni.it

Prefazione:  AmasiDamiani

regista, scrittore e sceneggiatore.

Presentazione di Luigi Botta giornalista, scrittore e massimo esperto italiano sulla vicenda di Sacco e Vanzetti.

Le radici lontane di un mondo che non esiste più, i luoghi e le persone che hanno dato dignità, cultura, invenzioni e tradizione ai nostri luoghi natii e all’intera nazione. Il tutto alla luce di una dimensione di vita contadina mai gridata ma, al contrario, sussurrata con garbo e riservatezza e allo stesso tempo vissuta all’insegna di una sana e antica spensieratezza.

“Quella che Allasia ci propone è una fantastica cavalcata, un amorevole invito a godere con lui dei ricordi di un’epoca in cui i valori davano un senso al trascorrere del tempo e in cui le persone care avevano il compito di educare, di sensibilizzare e di lasciare in eredità un patrimonio di virtù capaci di riempire, nello scorrere del tempo, le buche scavate dalle avversità nel corso della lunga strada della vita”. (Amasi Damiani)

“Il merito di Gioacchino è quello di aver riscritto una pagina di vita collettiva che dona a tutti noi nuovi e ulteriori elementi per ricostruire il senso di un passato ben fondato nel Dna di chi vive il luogo, ma che non sempre emerge in tutta la sua evidenza nelle cose che vengono trascritte e tramandate”.(Luigi Botta)

Un pensiero su “CASCINA NOVECENTO

  1. Caro Gioacchino, il fascino del nome che hai voluto significativamente dare a Cascina Novecento non può che non ricordarmi quell’opera che è stata il simbolo del XX secolo, di Pellizza da Volpedo. Viste per la prima volta a vent’anni da un treno locale, sulla tratta Savigliano-Torino disseminate sulla pianura padana, tutte di rossi mattoncini , avvolte dalle nebbie con queste piccole finestre da dove si intravedeva un pallido bagliore di calda luce ,sono state così abili da riuscire a fagocitare la mia anima, allora, ancora nuragica.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>